Sildenafil (Viagra) e Sofferenza Fetale: Sospesa la Sperimentazione

Il citrato Sildenafil è l'inibitore del fosfodiesterase-V più comunemente noto come farmaco per la disfunzione erettile, viagra (1). Un recente studio sulsildenafil è stato eseguito da Saleish Kumar del Mater Research Institute presso l'Università del Queensland, Australia.

Lo scopo dello studio era quello di ridurre gli episodi di sofferenza fetale durante il travaglio.La sofferenza  fetale è una complicazione della gravidanza, del travaglio e del parto in cui un bambino sperimenta mancanza di ossigeno o encefalopatia ipossico-ischemica (HIE).

Il suo team di ricerca ha studiato 300 donne incinte a lungo termine a cui è stato somministrato sildenafil in Australia. Hanno scoperto che l'uso del farmaco ha provocato approssimativamente (1):

  • 50% in meno di tempo trascorso nelle fasi successive del travaglio
  • 50% in meno di utilizzo di forcipe durante il parto
  • 50% in meno di donne che hanno bisogno di cesareo d'urgenza

Come funziona il Sildenafil?

In teoria, nei casi di trattamento delle donne incinte, sildenafil agisce dilatando i vasi sanguigni pelvici, il che aumenta il flusso sanguigno alla placenta e, quindi, l'apporto di ossigeno al bambino.

Questo aiuta a ripristinare il flusso sanguigno tra madre e bambino che diminuisce durante le contrazioni (1).

Studio in pausa

Lo studio è stato sospeso, tuttavia, alla luce dei risultati di un altro studio sul farmaco nei Paesi Bassi (2). Quest'ultimo studio era stato eseguito dalla Amsterdam University Medical Centre, iniziato nel 2015, e destinato a terminare nel 2020. Il farmaco sperimentale era stato somministrato a 93 donne (3). Era stato progettato per contribuire ad aumentare il flusso sanguigno dalla madre al bambino in caso di insufficienza placentare durante la gravidanza (3). L'insufficienza placentare è una causa comune di complicazioni come la restrizione della crescita intrauterina (IUGR), danni cerebrali, encefalopatia ipossico-ischemica, e paralisi cerebrale infantile (PCI) (4).

La ricerca del prof. Kumar è stata immediatamente interrotta quando si è scoperto che 17 bambini del predetto studio avevano sviluppato problemi polmonari, e 11 di questi bambini sono morti (3).

Kumar ha interrotto il suo studio quando questi risultati del detto studio del paesi Bassi sono stati resi noti perché si poneva un problema di sicurezza del farmaco per i bambini non ancora nati. Anche se gli studi differivano distintamente, lo studio di Kumar non poteva ancora continuare.

Possibili studi futuri

Il professor Kumar e il suo team di ricerca sperano di portare avanti un futuro studio che coinvolga 8.500 donne in travaglio. Questo studio, tuttavia, non può essere perseguito fino a quando il sildenafil non sia ritenuto sicuro per i nascituri.

  1. Scott, S., & Lloyd, M. (2019, November 14). Viagra could be a ‘game changer’ for pregnant women. Reperito il 15/03/2020 da https://www.abc.net.au/news/2019-11-14/viagra-could-help-women-during-labour/11696156

  2. Jones, L. (2019, November 14). Viagra could cut labour times in HALF – and prevent emergency c-sections, docs discover. Reperito il 15/03/2020 da https://www.thesun.co.uk/news/10347497/viagra-cut-labour-times-half-prevent-emergency-c-sections/

  3. Boffey, D. (2018, July 24). Eleven babies die after Dutch women given Viagra-like drug in trial. Reperito il 15/03/2020 da https://www.theguardian.com/world/2018/jul/24/eleven-babies-die-dutch-women-viagra-drug-trial

  4. Insufficienza Utero-Placentare. Reperito il 15/03/2020 da https://www.dannidaparto.legal/danni-prenatali-e-perinatali/patologie-della-gestante/insufficienza-utero-placentare/

TOP