fbpx

Ipertensione polmonare persistente nel neonato

Avvocati specializzati in danni al neonato durante e dopo il parto, encefalite e paralisi cerebrale infantile|Risarcimento per danni da ipertensione polmonare persistente |Assistenza su tutto il territorio nazionale

I bambini che hanno difficoltà respiratorie immediatamente dopo la nascita possono essere affetti da ipertensione polmonare persistente. I genitori del bambino affetto da tale patologia possono aver diritto ad ottenere un risarcimento del danno.

Prima della nascita, la circolazione sanguigna del bambino non interessa i polmoni perché l’ossigeno viene direttamente dalla placenta. L’arteria polmonare, che normalmente trasporta il sangue ai polmoni, devia il sangue verso il cuore attraverso un vaso sanguigno fetale (dotto arterioso). Dopo il parto, tale vaso sanguigno fetale si chiude permanentemente ed il sangue viene quindi pompato ai polmoni affinché possa, tramite questi, ricevere l’ossigeno.
Tuttavia, nei neonati con ipertensione polmonare persistente il dotto arterioso non si chiude. I polmoni funzionano, in quanto il bambino respira, ma l’ossigeno presente nei polmoni non raggiunge la circolazione sanguigna in quantità sufficiente. La conseguente mancanza di ossigeno nel cervello ed in altri organi causa importanti lesioni nel corpo.

Le statistiche sulla ipertensione polmonare persistente del neonato sono molto varie, ma alcuni studi sono concordi nel ritenere che la patologia si verifichi una volta ogni 700 nascite. Le cause sono generalmente sconosciute, ma vengono associate ad infezioni, asfissia neonatale, bassa glicemia, uso di antidepressivi come Paxil da parte della madre, pneumonia ed alcune patologie congenite. L’ipertensione polmonare persistente del neonato generalmente diviene apparente entro dodici ore dalla nascita.

Segni di pericolo

I neonati con ipertensione polmonare persistente possono avere respiro corto, pulsazioni cardiache accelerate (tachicardia), distress respiratorio e cianosi (pelle di colore bluastro). Al fine di determinare la causa di tali problemi, i medici devono effettuare i seguenti esami:

  • Raggi x al torace
  • Eco cardiogramma
  • Gas analisi arteriosa (per determinare l’efficienza del passaggio dell’ossigeno nel sangue)
  • Conteggio dei globuli
  • Puntura lombare (per determinare se c’è un infezione)

Trattamenti e complicazioni

Se l’ipertensione polmonare persistente del neonato non viene trattata, i rischi per il bambino sono seri: shock, arresto cardiaco, convulsioni, danni ai reni, emorragia cerebrale, problemi d’udito, lesioni degli organi e morte. La mancanza di ossigeno nel cervello può anche causare ritardo dello sviluppo e paralisi cerebrale. Si stima che il 25% dei neonati con ipertensione polmonare persistente è affetto da serie lesioni neurologiche. La cosa più importante è quella di prevenire tali lesioni fornendo al corpo ossigeno sufficiente. L’ossigeno è usualmente fornito mediante un tubo attraverso la trachea. In alcuni casi, il bambino richiederà l’ausilio di un respiratore artificiale. Contestualmente, lo staff medico potrebbe dover trattare altre lesioni correlate (pneumonia, infezioni).

Complicazioni conseguenti ad ipertensione polmonare persistente del neonato causate da negligenza del medico

Se da un lato i medici non possono fare nulla per prevenire la ipertensione polmonare persistente del neonato, dall’altro hanno l’obbligo di monitorare attentamente il neonato per evitare che la ipertensione provochi pericolose complicazioni. Nei casi in cui vi sia il rischio di ipertensione polmonare persistente, lo staff medico deve velocemente effettuare gli appropriati esami diagnostici ed immediatamente iniziare i trattamenti necessari per evitare che si verifichino lesioni cerebrali, insufficienza degli organi, o morte del bambino.

Avvocati specializzati in malasanità in casi herpes simplex| Assistenza legale su tutto il territorio nazionale

Se il tuo bambino è nato con ipertensione polmonare persistente ed ha quindi subito una lesione permanente come la perdita dell’udito, ritardo dello sviluppo, paralisi cerebrale o convulsioni, dovresti al più presto rivolgerti ad un avvocato specializzato in negligenza medica.

Contatta GRDLEX attraverso il nostro modulo online o telefonandoci. I nostri avvocati specializzati in danni da parto ti diranno, con l’ausilio del nostro staff di medici neonatologi e ginecologi, se potrai aver diritto ad un risarcimento dei danni subiti da te e dalla tua famiglia a causa di errori commessi dal personale medico successivamente al parto.

Lo studio GRDLEX è sito in Roma e segue i propri clienti su tutto il territorio nazionale.

Importante: tutta la procedura non ha alcun costo. Dovrai pagarci solo se e quando otterrai il risarcimento. Contattaci.

Ottieni consulenza gratuita

Il tuo nome e cognome (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

La tua email

Sintesi della vicenda e danno subito

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Siamo specializzati in risarcimenti per danni da parto

Ti assistiamo in ogni fase della procedura
Il pagamento? Soltanto a risarcimento ottenuto

TORNA SU