Ittero del neonato: cura e possibili conseguenze

L'eccesso di birilubina nel neonato deve essere tempestivamente trattato per evitare possibili gravi danni cerebrali al bambino

L'ittero neonatale è una condizione comune in sei bambini su dieci che nella stragrande maggioranza dei casi non comporta problemi.

Si presenta come un ingiallimento sul bianco degli occhi e della pelle del bambino a causa dell'accumulo di bilirubina. La condizione potrebbe non apparire immediatamente dopo la nascita, ma pochi giorni dopo.

Senza un'adeguata assistenza medica l'ittero medesimo può causare al neonato gravi danni cerebrali.

In caso di danni da ittero causati da errori medici il bambino e la sua famiglia hanno diritto al risarcimento del danno.

Avvocati per negligenza medica in caso di ittero

Lo Studio Legale Stefano Gallo rappresenta soprattutto le famiglie di neonati affetti da danni alla nascita, comprese quelle dei neonati a cui non sia stato curato correttamente l'ittero.

Il dipartimento danni da parto del nostro studio legale ha risolto con il risarcimento del danno numerosi casi di neonati vittime di negligenza medica

I nostri avvocati sono disponibili per rispondere a qualsiasi domanda su come ottenere un equo risarcimento nel caso le lesioni del tuo bambino siano state il risultato di negligenza medica.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni rispetto a quelle contenute nell'articolo, ti invitiamo a contattare il nostro Studio per ottenere una consulenza gratuita circa i tuoi diritti in caso di lesone al neonato.

Telefona o compila un modulo di contatto oggi per ottenere velocemente una consulenza gratuita.

Possiamo farti capire se le lesioni cerebrali del tuo bambino siano state causate da negligenza medica.

Colorazione giallastra del neonato: bisogna preoccuparsi?

E' un processo normale del corpo quello in cui i globuli rossi si scompongono e rilasciano la bilirubina come processo metabolico per eliminare un prodotto di scarto.

Per mantenere una buona salute, il fegato del bambino deve rimuovere la birilubina per evitarne gli alti livelli nel sangue, noti come iperbilirubinemia.

L'ittero si verifica quando il fegato del neonato non si è sviluppato a sufficienza per rimuovere efficacemente la bilirubina quando viene rilasciata.

L'immaturità epatica, a causa della quale il fegato non può filtrare la bilirubina dal flusso sanguigno al ritmo necessario, è la principale causa di ittero neonatale

La birilubina è neurotossica e se riesce ad entrare nel cervello del bambino può causare lesioni cerebrali gravi note come Kernittero.

È importante che i neonatologi rilevino i livelli di bilirubina presenti nel neonato per evitare gravi complicazioni che potrebbero produrre Kernittero e le sue gravi conseguenze.

Ittero: possibili conseguenze (Kernittero)

I livelli di bilirubina nei neonati spesso rimangono elevati per lunghi periodi. Tuttavia, i livelli non controllati possono causare la grave condizione medica nota come kernittero che può essere responsabile di altre complicazioni come:

Per maggiori informazioni sul Kernittero è possibile visitare questa pagina.

Ittero neonatale: possibili cause

Molti dei fattori di rischio e delle cause associati allo sviluppo dell'ittero neonatale includono:

  • Parto prematuro: il neonato viene alla luce a 36 settimane di età geatazionale o prima.
  • Apporto insufficiente di latte materno o latte artificiale: la mamma non ha ancora prodotto latte o il neonato ha difficoltà ad  alimentarsi.
  • Gruppo sanguigno del neonato incompatibile con il tipo della madre.
  • Emorragia interna fatale durante il parto
  • Problemi epatici o carenze enzimatiche del neonato
  • Infezione del neonato inclusa la sifilide o altre infezioni congenite
  • Anomalie dei globuli rossi del neonato
  • Malattie del bambino inclusi problemi al fegato, alla cistifellea o al pancreas tra cui la sindrome di Gilbert, la sindrome di Crigler-Najjar, la sindrome di Rotor e la sindrome di Dubin-Johnson, insieme a fibrosi cistica ed epatite
  • Parto traumatico o difficile
  • Forme anomale dei globuli nel bambino
  • Disturbi ereditari

Ittero neonatale: i sintomi

Il segno evidente associato all'ittero sono gli occhi o la pelle ingialliti del bambino che potrebbero apparire immediatamente o entro i primi giorni dopo la nascita.

L'ittero tende a svilupparsi sul viso prima di diffondersi in altre aree del corpo.

I livelli elevati di bilirubina di solito raggiungono il picco nella prima settimana dopo la nascita.

La diagnosi precoce di un alto livello di bilirubina nel neonato è di fondamentale importanza per il trattamento.

È importante intervenire se l'ittero del bambino si intensifica o si diffonde ad altre aree del corpo o se il bambino sviluppa una febbre di 37,8° o superiore.

Il pediatra dovrebbe visitare il bambino rapidamente se l'ingiallimento aumenta, se il bambino diventa letargico o svogliato, o se si rifiuta di essere allattato.

Altri sintomi noti associati all'ittero neonatale includono:

  • Emissione intestinale o vescicale inadeguata
  • Pianto inconsolabile
  • Pianto acuto
  • Corpo floscio o rigido
  • Piegamento o inarcamento dei talloni, del collo o della testa avanti e indietro
  • Movimenti oculari insoliti

Ittero nel neonato: come deve essere curato

Per fortuna, l'ittero neonatale (iperbilirubinemia) è relativamente facile da diagnosticare e trattare.
Molti casi di ittero infantile sono immediatamente evidenti dall'ingiallimento visibile della pelle e degli occhi.

Nei neonati con tonalità della pelle più scure, un semplice esame del sangue può confermare una diagnosi.

Il medico probabilmente consiglierà misure per incoraggiare frequenti movimenti intestinali che possono eliminare la sostanza della bilirubina dal corpo del bambino.

Il medico potrebbe anche richiedere ai genitori di posizionare il neonato vicino a una finestra per ricevere la luce solare diretta che può anche aiutare nel trattamento di forme lievi di ittero.

La fototerapia è un trattamento efficace per la disgregazione della bilirubina nella pelle del bambino.
La terapia viene spesso effettuata presso la struttura sanitaria del parto entro i primi giorni di vita o successivamente ad una riammissione in ospedale appositamente per il trattamento dell'ittero del bambino.

Nei casi più gravi, il bambino può essere sottoposto ad uno scambio di sangue o una trasfusione di sangue se necessario.

Quando l'ittero viene diagnosticato, la maggior parte dei medici prescrive la fototerapia (terapia della luce).
La mancata diagnosi o il mancato trattamento dell'ittero neonatale può essere motivo di richiesta di risarcimento per negligenza medica nei confronti della struttura sanitaria.

Ittero non curato

Sebbene l'ittero di per sé non sia una condizione dannosa, può creare una miriade di problemi di salute tra cui danni cerebrali, se porta al kernittero a causa di livelli elevati di bilirubina.

In molti casi, il rifiuto del bambino di mangiare può peggiorare la condizione.

L'ittero non trattato può portare a:

Prevenire l'ittero neonatale

La medicina deve ancora identificare i modi per prevenire l'ittero neonatale.

Tuttavia, le future mamme possono sottoporsi ad esame del gruppo sanguigno che può essere confrontato al gruppo sanguigno del neonato per escludere tipi incompatibili che potrebbero causare ittero neonatale.

Se il neonato ha troppa bilirubina, i sanitari possono adottare numerose misure per garantire che la condizione non diventi ittero grave e causi problemi medici catastrofici, ma prevenibili.

Il ginecologo o il pediatra consiglieranno probabilmente alla madre di intraprendere determinate azioni.

È senz'altro necessario, tra l'altro, assicurarsi che il neonato riceva un'alimentazione adeguata attraverso il latte materno o artificiale.

Ciò richiede l'alimentazione del bambino fino a 12 volte al giorno nella prima settimana circa dopo il parto per prevenire la disidratazione.

I liquidi aggiuntivi aiuteranno a processare più rapidamente la birilubina attraverso il fegato.

Quando si usa il latte artificiale, il sanitario può  richiedere di assicurarsi che il bambino riceva 30- 60 gr. ogni poche ore durante i primi sette-dieci giorni.

Parla con il pediatra se hai dubbi sul fatto che il neonato consuma troppo o troppo poco latte artificiale.

Il bambino deve essere attentamente monitorato nella prima settimana di vita per evitare complicazioni prevenibili.

Genitori e medici possono verificare i segni evidenti di ittero neonatale identificato come l'ingiallimento degli occhi e della pelle che richiederà cure mediche immediate.

Negligenza medica in caso di ittero

La medicina deve ancora identificare i modi per prevenire l'ittero neonatale.

Tuttavia, le future mamme possono sottoporsi a test del gruppo sanguigno che può essere confrontato al gruppo sanguigno del neonato per escludere tipi incompatibili che potrebbero causare ittero neonatale.

Se il neonato ha troppa bilirubina, i sanitari possono adottare numerose misure per garantire che la condizione non diventi ittero grave e causi problemi medici catastrofici, ma prevenibili.

Il ginecologo o il pediatra consiglieranno probabilmente alla madre di intraprendere determinate azioni.

È senz'altro necessario, tra l'altro, assicurarsi che il neonato riceva un'alimentazione adeguata attraverso il latte materno o artificiale.

Ciò richiede l'alimentazione del bambino fino a 12 volte al giorno nella prima settimana circa dopo il parto per prevenire la disidratazione.

I liquidi aggiuntivi aiuteranno a processare più rapidamente la birilubina attraverso il fegato.

Quando si usa il latte artificiale, il sanitario può  richiedere di assicurarsi che il bambino riceva 30- 60 gr. ogni poche ore durante i primi sette-dieci giorni.

Parla con il pediatra se hai dubbi sul fatto che il neonato consuma troppo o troppo poco latte artificiale.

Il bambino deve essere attentamente monitorato nella prima settimana di vita per evitare complicazioni prevenibili.

Genitori e medici possono verificare i segni evidenti di ittero neonatale identificato come l'ingiallimento degli occhi e della pelle che richiederà cure mediche immediate.

I tuoi diritti in caso di danni al neonato causati da ittero non trattato

Quando il mancato rispetto delle leggi dell'arte medica causa un peggioramento della condizione di salute del neonato, è possibile ottenere un risarcimento di tutti i conseguenti danni patiti sia dal neonato stesso che dai suoi genitori.

Gli avvocati con esperienza in danni al neonato dello Studio Legale Stefano Gallo (GRDLex) hanno assistito con successo i genitori di bambini affetti da danni cerebrali kernittero facendogli ottenere risarcimenti da milioni di euro.

La nostra esperienza nella gestione dei casi di malasanità riguardante neonati. ci ha permesso di sviluppare rapporti con i massimi esperti nei settori della ginecologia e della neonatologia.

Soprattutto nei casi in cui i bambini potrebbero aver bisogno di cure mediche continue, il nostro team legale può garantire, attraverso l'ottenimento di  un equo risarcimento, che le esigenze di tuo figlio saranno soddisfatte negli anni a venire.

Per una consulenza gratuita contatta GRDLEX con una delle seguenti modalità:

Richiesta Informazioni

Il tuo nome e cognome (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

La tua email

Sintesi della vicenda e danno subito

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

TORNA SU
Open chat