Variazioni nell'orientamento fetale durante la gravidanza

I danni da parto spesso sono riconducibili ad eventi che si sono verificati all'interno dell'utero durante lo sviluppo del feto o durante il processo del parto. 

Spesso, se vogliamo capire cosa sia successo al feto in un momento cruciale della gravidanza, dobbiamo avere una chiara comprensione di come il feto stesso fosse posizionato all'interno dell'utero o del canale del parto.

Per questo motivo, in quasi tutti i casi di ostetricia vengono discusse questioni di situazione, presentazione, posizione o livello fetale. 

Si cercherà di seguito di fornire informazioni di base su tali concetti in modo da consentiti di visualizzare meglio l'ampia varietà di modi in cui il bambino può essere posizionato all'interno della madre.

orientamento-fetale-1

Prima di tutto dobbiamo stabilire dei termini base. Ai fini di questa conversazione, è utile visualizzare la madre in posizione eretta in modo che "giù" sia verso i suoi piedi e "su" sia verso la sua testa. "Posteriore" sia verso la sua schiena e "anteriore" verso la sua parte anteriore. Destra significherà sempre la destra della madre indipendentemente da come è posizionato il bambino o da come ti trovi in piedi. Ricordati che quando si useranno termini direzionali, essi saranno sempre relativi alla madre.

Tieni presente che è di fondamentale importanza conoscere l'orientamento del feto all'interno dell'utero, in particolare all'inizio del travaglio. 

Gli orientamenti che non sono ideali possono richiedere un intervento e, in alcune situazioni, il parto cesareo può essere l'unica opzione praticabile. 

Durante il travaglio, una valutazione del livello fetale all'interno del canale del parto può aiutarci a giudicare come stia procedendo il travaglio e quali tecniche di parto possano essere attuate in un dato momento.

Tradizionalmente, l'orientamento del feto è descritto rispetto alla sua situazione, presentazione e posizione. 

Fornirò una panoramica di questi termini. 

Situazione fetale

La situazione del feto può essere longitudinale o trasversa. In altre parole, l'asse lungo del feto può essere parallelo o perpendicolare all'asse lungo della madre. 

Fortunatamente, la situazione fetale è longitudinale in circa il 99% dei casi. Questa è una buona cosa poiché una situazione trasversale non può consentire il corretto parto vaginale del feto.

Presentazione fetale

Una volta che conosciamo la situazione, possiamo determinare la presentazione. La presentazione può essere cefalica o podalica, il che significa che il feto può essere "a testa in giù" oppure no. 

Esistono diversi tipi di presentazione cefalica, ma la più comune è chiamata presentazione del vertice che si riferisce al feto che entra di testa del canale del parto con la parte occipitale superiore (posteriore) della testa che fa da guida.

Posizione fetale

Successivamente, può essere stabilita la posizione del feto. La posizione si riferisce alla relazione tra l'occipite (parte posteriore del cranio) del feto a sinistra, destra, davanti e dietro della madre. 

orientamento fetale 2

In altre parole, se la parte posteriore della testa fetale è rivolta verso la parte anteriore della madre, si ha una posizione occipito anteriore (OA) e se l'occipite è rivolto verso il lato destro della madre, si ha una posizione occipito destra trasversa (ODT). 

Qualsiasi combinazione di queste presentazioni, in cui l'occipite del feto è verso destra e verso la parte anteriore in modo diagonale, è chiamata posizione occipito destro anteriore (ODA). 

Questa convenzione ci consente di notare una qualsiasi delle seguenti otto posizioni: occipito anteriore (OA), occipito destro anteriore (ODA), occipito destra trasversa (ODT), occipito posteriore (OP), occipito sinistra posteriore (OSP), occipito sinistra trasversa (OST) e occipito sinistra anteriore (OSA).

Livello fetale

Infine, possiamo parlare del livello fetale. Il livello fetale è la misura di quanto il feto sia progredito lungo il canale del parto durante il parto. 

orientamento-fetale-3

Questa misurazione riflette la relazione tra il bordo anteriore del feto, generalmente la parte superiore della testa, con le spine ischiatiche del bacino della madre che si trovano a metà strada tra l'ingresso pelvico e l'uscita pelvica. 

Quando il bordo anteriore del feto raggiunge le spine ischiatiche, siamo a livello zero (0). 

Nel sistema a “cinque” attualmente utilizzato lo spazio è diviso sopra e sotto il livello 0 con incrementi di un centimetro, in modo che lo spazio sopra le spine ischiatiche sia designato da livello -5 a livello 0 e lo spazio sotto le spine ischiatiche sia designato da livello 0 fino al livello +5. 

Con ogni centimetro di avanzamento del bordo anteriore del feto, si raggiunge un nuovo livello di presentazione (-5, -4, -3, -2, -1, 0, +1, +2, +3, +4, + 5).

Da non confondere col sistema precedentemente diffuso, il sistema a “3”,  che divideva lo spazio sopra e sotto le spine ischiatiche in terzi arbitrari in modo che i livelli progredissero da -3 a +3 senza riguardo alle misurazioni effettive del centimetro. 

Questo è importante perché solo il livello 0 coincide in questi due sistemi con possibilita di ottenere un'immagine imprecisa dei fatti del caso se non viene utilizzato il sistema corretto. 

Per complicare le cose, molti medici e ospedali fanno ancora riferimento al vecchio sistema, quindi è meglio stabilire in anticipo quale sistema viene utilizzato nelle registrazioni di ogni caso particolare.

Questi sono i termini chiave che incontrerai durante la ricerca di quasi tutti i casi che coinvolgono lesioni alla nascita o pratica ostetrica. Si spera che questa panoramica ti abbia dato una migliore comprensione delle varietà di orientamento fetale e ti aiuti a visualizzare meglio la situazione, la presentazione e la posizione del feto all'interno dell'utero.

Richiesta Informazioni

Il tuo nome e cognome (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

La tua email

Sintesi della vicenda e danno subito

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

TORNA SU