fbpx

Parto con ventosa: utilità, rischi e conseguenze

La ventosa ostetrica è uno strumento di ausilio al parto che, in determinate e specifiche situazioni, può agevolare la nascita del bambino. Il suo utilizzo improprio, però, può causare gravi lesioni sia alla madre che al bambino. In caso di accertata negligenza medica, la madre e i suoi familiari possono richiedere un risarcimento.

Uso improprio della ventosa ostetrica durante il parto

La ventosa ostetrica è uno strumento con una estensione a forma di coppa che permette di estrarre la testa del feto agevolando il suo passaggio attraverso il canale del parto.

A volte, le ventose ostetriche possono essere utilizzate anche durante il travaglio per sollecitare il parto. Questi strumenti, però, aumentano il rischio di lesioni sia per la madre che per il bambino. Quando la madre o il suo bambino subiscono danni causati dall’utilizzo improprio della ventosa ostetrica può essere richiesto un risarcimento per lesioni.

A causa dei rischi associati al loro utilizzo, le ventose ostetriche dovrebbero essere utilizzate solo in situazioni estreme che generalmente includono una o più delle seguenti condizioni:

  • Il travaglio non progredisce
  • Il feto è sotto stress, come indicato da un cardiofrequenzimetro fetale e/o dal pH del siero fetale
  • La madre ha una condizione cardiaca chiamata stenosi della valvola aortica che limita la quantità di sforzo fisico che può fare senza subire danni

Ventosa ostetrica e consenso informato

Le ventose ostetriche vengono utilizzate durante parti con complicazioni e sono associate a un aumentato rischio di lesioni alla nascita sia per il neonato che per la madre.

Prima di utilizzarla, il medico deve chiedere il consenso informato alla madre e monitorare lo stato di salute del feto, così come qualsiasi condizione medica materna che suggerisca la necessità di utilizzare una ventosa ostetrica.

Inoltre, il medico deve sempre descrivere alla madre tutti i rischi associati all’utilizzo di questo strumento, ma anche tutte le possibili conseguenze (spesso gravissime) del suo non utilizzo.

Le informazioni devono essere fornite in termini semplici affinché il paziente possa comprenderle e devono essere complete, così da consentire al paziente di fare una scelta "informata" sull'opportunità di procedere con l’utilizzo della ventosa.

Un uso improprio della ventosa ostetrica può verificarsi nelle seguenti circostanze:

  • Inesperienza del medico
  • Feto con meno di 36 settimane
  • Posizione del feto sconosciuta
  • Feto troppo grande o bacino della madre troppo piccolo per il parto vaginale
  • Deformità del cranio fetale o edema
  • Feto con problemi di densità ossea o disturbi emorragici
  • Tentativo pregresso di parto con forcipe non andato a buon fine

Lesioni alla nascita da ventosa ostetrica nel bambino

Le lesioni alla nascita associate all’utilizzo della ventosa sono:

Lesioni alla nascita da ventosa ostetrica nella madre

Le lesioni alla nascita materne associate all'utilizzo della ventosa sono:

  • Perdita di sangue/anemia
  • Problemi alla vescica
  • Incontinenza urinaria e/o fecale a breve o lungo termine
  • Rottura dell'utero con rischio di infertilità futura
  • Lesione del perineo con conseguente formazione di cicatrici, dolore, problemi sessuali, infezioni e necessità di interventi chirurgici
  • Indebolimento o altri danni alla muscolatura della regione urogenitale con conseguente prolasso degli organi pelvici che richiede intervento chirurgico di cerchiaggio con alto tasso di fallimento

Assistenza legale per danni da parto

Gli avvocati di Dannidaparto.legal hanno un'esperienza pluriennale in casi di danni occorsi al neonato e alla madre a causa errori medici. Lo studio è sito in Roma e segue le famiglie con danni da parto in tutta Italia e vanta una numerosa serie di casi risolti con risarcimenti milionari. L'avv. Stefano Gallo ha ottenuto il prestigioso premio Le Fonti Awards 2019 come "Avvocato dell'Anno in materia di risarcimento dei danni". Dopo aver analizzato la vicenda, con l'ausilio di consulenti ginecologi e neonatologi, ti diremo se sia possibile ottenere un equo risarcimento. Non dovrai anticipare nessuna spesa e non dovrai versarci alcun onorario nel caso in cui non si ottenga il risarcimento: onorario solo in caso di successo. Per una consulenza gratuita contatta Dannidaparto.legal con una delle seguenti modalità:

Ottieni consulenza gratuita

Il tuo nome e cognome (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

La tua email

Sintesi della vicenda e danno subito

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Siamo specializzati in risarcimenti per danni da parto

Ti assistiamo in ogni fase della procedura
Il pagamento? Soltanto a risarcimento ottenuto

TORNA SU