Ipossia perinatale. Cosa è? Quali sono le conseguenze per il neonato?

Il feto ha bisogno di un'apporto costante di ossigeno, durante il periodo "perinatale" immediatamente prima e dopo la nascita. Tale ossigeno viene fornito dalla madre attraverso la placenta e il cordone ombelicale fino a quando il bambino non nasce e può respirare da solo. Il termine "Ipossia" indica una concentrazione di ossigeno nel sangue inferiore al normale. Il feto può sopravvivere solo per un breve periodo senza l'ossigeno sufficiente. 

Il temine "Perinatale" indica la collocazione di un'evento nel periodo immediatamente prima e dopo la nascita. L'ipossia perinatale può dunque essere definita come una carenza di ossigeno nel sangue del feto/neonato nel periodo intorno al parto. L'ipossia perinatale è spesso causata dall'asfissia alla nascita, che si verifica quando il bambino smette di respirare a causa di un qualche tipo di trauma alla nascita. L'ipossia perinatale e l'asfissia perinatale sono responsabili di quasi un terzo di tutti i decessi neonatali. Il feto, se sopravvive ma ha ricevuto troppo poco ossigeno durante il periodo perinatale, è probabile che subisca un certo grado di danno cerebrale.

Alcune delle cause evitabili di ipossia perinatale

L'ipossia perinatale e le sue conseguenze sulla salute possono essere spesso prevenute con un'assistenza prenatale di ottima qualità in modo che vengano diagnosticati e trattati i potenziali problemi come:

Danni al neonato causati da ipossia perinatale

L'ipossia perinatale può causare l'encefalopatia ipossico-ischemica e lesioni cerebrali associate all'asfissia alla nascita, compresa la paralisi cerebrale infantile, con conseguenti ritardi dello sviluppo e cognitivi e / o menomazioni motorie. Le prime 48 ore successive all'evento che causa l'ipossia perinatale sono fondamentali per migliorare la prognosi del danno al bambino. Prevenire questo tipo di complicazioni del parto attraverso un'eccellente assistenza prenatale e un attento monitoraggio della madre e del bambino durante il travaglio e il parto è il modo migliore per evitare l'insorgenza di lesioni permanenti; quando l'ipossia si verifica, la diagnosi e il trattamento immediati sono essenziali.

Le condizioni associate all'ipossia perinatale includono anche il ritardo cognitivo, le convulsioni ed i disturbi del comportamento.

Trattamento dell'ipossia perinatale

L'ipossia perinatale non è una situazione per cui si possa avere un atteggiamento attendista.. Richiede un'azione immediata. L'esecuzione dell'ipotermia terapeutica neonatale controllata entro sei ore dal parto può ridurre della metà la necrosi e il danno cerebrale. La terapia suddetta consiste nel raffreddare la temperatura corporea e quindi della testa del bambino con coperte ed un casco al fine di rallentare le risposte cellulari dannose mentre l'equipe medica riporta l'ossigeno ematico ad un livello normale..

E' possibile che il danno da ipossia perinatale sia attribuibile a colpa medica?

L'ostetrica e tutti gli altri sanitari che assistono al parto devono essere accuratamente formati a monitorare la gestante ed il feto e ad agire senza indugio in caso si verifichino delle complicanze. Il ginecologo, tra l'altro, deve eseguire correttamente procedure come il parto operativo mediante vacuum e sapere affrontare problemi che coinvolgono il cordone ombelicale o l' inalazione di meconio. Inoltre, i rianimatori ed i neonatologi devono essere in grado di agire senza indugio se dovesse sorgere un problema imprevisto che minaccia la vita o la salute del tuo bambino dopo il parto.

Se l'ostetrica, il ginecologo o il neonatologo non adempiono al loro dovere di fornire a te e al tuo bambino lo standard di cura appropriato e, di conseguenza, il tuo bambino subisce un danno, la tua famiglia potrebbe aver diritto ad un risarcimento del danno.

Assistenza legale per risarcimento dei danni causati da ipossia perinatale

Se pensi che il tuo bambino abbia subito danni cerebrali o sia deceduto a causa di errori dei sanitari che hanno prestato assistenza durante il parto e/o il periodo neonatale puoi rivolgerti allo studio legale GRDLEX. I nostri legali, con l'ausilio di specialisti ginecologi e neonatologi, ti aiuteranno a capire se il danno patito da tuo figlio sia stato causato da colpe mediche e ti assisteranno nella procedura volta ad ottenere il risarcimento dei danni.

Per una consulenza gratuita contatta GRDLEX al 06-90281097 o invia il modulo online.

TOP