fbpx

Neonato non piange alla nascita: cosa significa?

Il pianto del neonato alla nascita rivela allo staff medico che i polmoni del neonato sono sani. Spesso i genitori sentono i medici "elogiare" il primo pianto del neonato, ma questo vuol dire che un bambino che non piange alla nascita non è sano?

Studio scientifico sul pianto del neonato

Oltre al suono tipico del pianto del neonato, esistono anche altri elementi non vocali che devono essere tenuti in considerazione. Nonostante il pianto possa sembrare un'azione molto semplice, in realtà comporta la coordinazione di diversi elementi, alcuni dei quali complessi: la muscolatura del viso, le vie aeree e il sistema respiratorio.

Uno studio del 2005 ha evidenziato come gli elementi non vocali del pianto si sviluppino effettivamente già nel grembo materno: 10 feti sono stati sottoposti a stimolazione vibroacustica (applicazione di uno stimolo sonoro e vibrazionale all'addome della madre) e tutti hanno mostrato un comportamento riconducibile a pianto fetale come risposta. Inoltre, hanno rilevato smorfie o meccanismi di inspirazione ed espirazione che imitano il pianto post-utero. Lo studio, inoltre, ha dimostrato come a 20 settimane di gestazione, il feto mostri la coordinazione delle abilità motorie necessaria per la componente non vocale del pianto.

Piangere subito dopo la nascita

Quando i bambini nascono sono esposti all'aria fredda e a un nuovo ambiente: tutto ciò stimola il pianto che espanderà i loro polmoni facilitando così l’espulsione del liquido amniotico e del muco. Il primo pianto “ufficiale” del bambino mostra che i polmoni funzionano correttamente. A volte, però, il pianto può essere ritardato a causa di una serie di fattori diversi, tra cui un parto difficile, il cordone ombelicale avvolto attorno al collo, ecc.

Quando preoccuparsi

Se il pianto giunge in ritardo, non significa necessariamente che il bambino non sia sano: se ciò si dovesse verificare, il medico potrà cercare di stimolare il primo pianto del bambino aspirando liquido amniotico sia dalla bocca che dal naso. Se, invece, il pianto ritardato è accompagnato anche da segni di emergenza, il bambino deve ricevere cure mediche immediate. La valutazione dello stato di salute di un neonato viene effettuata utilizzando il punteggio Apgar che utilizza la seguente scala:

  • Colore della pelle
  • Frequenza cardiaca)
  • Irritabilità/risposta riflessa)
  • Tono muscolare)
  • Capacità respiratoria)

Ciascuno dei criteri ha un punteggio che va da 0 a 2 (valore migliore) e il totale viene trovato sommando tutti e 5 i punteggi insieme. Il medico solitamente esegue un test Apgar a uno e cinque minuti dopo la nascita. Se il punteggio dovesse risultare basso, un altro test di Apgar può essere eseguito a 10, 15 e 20 minuti dalla nascita.

I punteggi possono essere suddivisi in base alla gravità dell'intervento necessario.

Punteggio compreso tra:

  • 0-3 il bambino è in condizioni critiche
  • 4-6 il bambino richiede un intervento medico immediato
  • 7-10 il bambino è in discrete condizioni ma deve essere monitorato

Sebbene un punteggio superiore a 7 sia considerato normale, uno studio recente ha dimostrato che i punteggi Apgar compresi tra 7 e 9 potrebbero ancora essere associati a esiti avversi. Un punteggio inferiore a 10, quindi, dovrebbe comunque essere monitorato.

Informazioni su Danni da parto Legal

Danni da parto Legal è gestito dallo studio legale Stefano Gallo, composto da avvocati con esperienza in casi di negligenza medica e che si occupa prevalentemente di casi che coinvolgono encefalopatia ipossico-ischemica ed altre lesioni da parto.

I nostri avvocati gestiscono 500 richieste di assistenza l'anno per danni a neonati ed hanno assistito con successo fino al risarcimento numerosi casi di bambini con encefalopatia ipossico-ischemica e disabilità correlate.

Se sospetti che l'encefalopatia ipossico-ischemica di tuo figlio possa essere stata causata da negligenza medica, contattaci oggi per saperne di più su come procedere.

Forniamo consulenze legali gratuite, durante le quali ti informeremo delle tue opzioni legali e risponderemo a qualsiasi tua domanda. Inoltre, non pagherai nulla per l'intero processo legale sino a quando non sia ottenuto il risarcimento.

I nostri avvocati sono disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per parlare con te.

Per una consulenza gratuita contattci con una delle seguenti modalità:

Ottieni consulenza gratuita

Il tuo nome e cognome (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

La tua email

Sintesi della vicenda e danno subito

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Siamo specializzati in risarcimenti per danni da parto

Ti assistiamo in ogni fase della procedura
Il pagamento? Soltanto a risarcimento ottenuto

TORNA SU