[Ricerca] Il progesterone per via vaginale può ridurre il rischio di nascita pretermine nelle gestanti con gravidanza gemellare

Una nuova ricerca pubblicata recentemente in Ultrasound in Obstetrics & Gynecology rileva che il progesterone vaginale, a lungo prescritto per le donne con gravidanze singole a rischio di parto pretermine, è utile per ridurre il rischio di parto pretermine nelle donne con gravidanza gemellare o plurigemellare, oltre al cerchiaggio .

Che cosa significa questo per le gestanti di due o più gemelli?

La ricerca ha dimostrato che le donne con gravidanze multiple sono a più alto rischio di parto pretermine a causa di una combinazione di fattori. La spiegazione più semplice è che l'aumento di peso nelle gravidanze multiple esercita una pressione sulla cervice, che può poi prematuramente aprirsi e causare la rottura prematura delle membrane (PPROM), condizione che impone il parto. Questa nuova ricerca offre la possibilità di un intervento per ridurre il rischio di disabilità legate alla prematurità e di altri esiti negativi sulla salute.

Il progesterone per via vaginale nel 2 ° trimestre riduce i rischi per la salute del neonato

Questa ricerca rileva che il progesterone vaginale è efficace nel ridurre il rischio di parto prematuro fra la 30ma e la 35ma settimana di e.g. in donne incinta di due o più gemelli con cervice corta (rilevata da ecografia). Risulta anche diminuito il rischio di mortalità neonatale e di alcune condizioni di morbilità, senza effetti negativi sullo sviluppo infantile. Tali condizioni includono:

  • Rischio di morte neonatale o perinatale
  • Sindrome da distress respiratorio (RDS)
  • Peso alla nascita <1500g
  • Necessità di ventilazione meccanica

Il progesterone per via vaginale riduce il rischio di parto pretermine antecedente alle 33 settimane del 31%, e riduce il rischio di morte neonatale del 47%.

Attualmente, sono in cordo altri tre studi in corso volti a testare l'impatto del progesterone per via vaginale nelle donne con cervice corta e gravidanze gemellari (NCT02697331, NCT02518594 e NCT02329535).

I risultati della ricerca in esame sono particolarmente degni di nota in considerazione del modo in cui l'analisi è stata condotta. Lo studio, condotto da una meta-analisi dei dati dei singoli pazienti, è considerato il 'gold standard' nella gerarchia delle prove scientifiche quando si tratta di rispondere a quesiti clinici. Lo studio in parola, quindi, fornisce una forte prova circa gli effetti dell'uso del progesterone in gravidanze gemellari con cervice corta. Se adottato nella pratica clinica, sarebbe il primo intervento efficace nel prevenire la nascita pretermine nelle donne con gravidanze multiple.

NOTE

Richiesta Informazioni

Il tuo nome e cognome (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

La tua email

Sintesi della vicenda e danno subito

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

TORNA SU
Open chat