I problemi della gravidanza che aumentano il rischio di ipossia del neonato

L'Encefalopatia ipossica-ischemica, un tipo di danno cerebrale neonatale causato dalla privazione di ossigeno durante o intorno al momento della nascita, è stata collegata ad una varietà di condizioni della gravidanza.

Il gruppo di ricerca Ucraino composto dalla Dott.ssa Inna Skarga-Bandurova e colleghi ha recentemente pubblicato uno studio sui fattori di rischio di ipossia fetale cronica (cioè privazione di ossigeno a lungo termine).

I ricercatori hanno analizzato i dati di un gruppo di 186 donne incinte tra la 12ma e le 38ma settimana di gestazione. Tra queste donne, 81 bambini avevano ipossia neonatale e 105 no.

Hanno scoperto che la seguente combinazione di fattori aumentava il rischio di ipossia neonatale:

  • Aumento del tasso di sedimentazione dell'eritrocito (ESR) a 21 settimane di gravidanza
  • ESR basso/normale a 30 settimane di gravidanza
  • Bassa classificazione placentare a 30-38 settimane di gravidanza
  • Spessore placentare normale a 30-38 settimane di gravidanza
  • Indice di fluido amniotico superiore alla norma (AFI) a 30-38 settimane di gravidanza
  • Altri fattori di rischio di ipossia ed encefalopatia

Sono varie le complicazioni della gravidanza ed i problemi di salute del feto che possono aumentare il rischio di encefalopatia ipossico-ischemica (clicca qui per maggiori informazioni).

Anche con gravi fattori di rischio presenti, tuttavia, l'encefalopatia del neonato può spesso essere evitata con un attento monitoraggio volto ad individuare la sofferenza fetale e con le cure mediche adeguate. Purtroppo, alcuni casi di encefalopatia derivano da condotte negligenti da parte di professionisti medici.

Assistenza legale per paralisi cerebrale infantile e altri danni da parto

GRDLex Danni da Parto è stato istituito per concentrarsi esclusivamente sui casi di lesioni al neonato durante la nascita, cioè di danni da parto. Il “danno da parto” è qualsiasi tipo di danno a un bambino che si verifica poco prima, durante o dopo la nascita.

Tale tipo di danno include problemi come Encefalopatia, danni cerebrali da infezione, e danni cerebrali da trauma. Mentre alcuni bambini con lesioni alla nascita hanno un recupero completo, altri sviluppano disabilità come paralisi cerebrale infantile ed epilessia.

Se un danno da parto e la conseguente invalidità avrebbero potuto essere evitati con cure adeguate, si è in presenza di malasanità.

Il risarcimento per il danno da parto può servire a sostenere costi inevitabili come quelli per il trattamento, l'assistenza e le altre risorse cruciali di cui il bambino necessiterà per tutta la vita.

La valutazione del caso è completamente gratuita e non sarà necessario affrontare alcun costo durante l'intero procedimento . I

l compenso del nostro staff è dovuto solo in caso di vittoria ed ottenimento del risarcimento.

Sentiti libero di contattarci oggi stesso per saperne di più. La nostra sede è a Roma e gestiamo casi di danni da parto in tutta Italia.

Skarga-Bandurova, I., Biloborodova, T., & Nesterov, M. (2019). Extracting Interesting Rules from Gestation Course Data for Early Diagnosis of Neonatal Hypoxia. Journal of medical systems43 (1), 8.

TOP